400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

20181126190917

Naturalmente Teff

135760084258494275394891021837133402019100o

Il Teff...  minuscolo e prezioso cereale africano, uno scrigno di preziosi nutrienti. 

 

Mi ha conquistata subito!

 

Gustoso, estremamente digeribile, energetico, si presta a mille usi in cucina.

 

Vi accompagnerò a scoprirlo, suggerendovi come portarlo in tavola in modo semplice e naturale, attraverso ingredienti genuini e ricette facili e veloci da preparare.

Dal primo piatto fino al dessert, dalla colazione alla merenda, per incontrare sapori nuovi e scoprire nuove idee... naturalmente senza glutine, naturalmente vegetali, naturalmente buone!

 

Un cereale adatto a tutti, ricco di fibre e dal basso indice glicemico, non solo per chi necessita di togliere il glutine dalla propria alimentazione, ma per chi cerca nutrimento e vitalità, benessere e piacere insieme.

 

In collaborazione con LT Africa Teff.

 

 

21/02/2019, 17:27

torta soffice, clementine, miglio, fonio



Torta-clementina-miglio-e-fonio
Torta-clementina-miglio-e-fonio
Torta-clementina-miglio-e-fonio
Torta-clementina-miglio-e-fonio
Torta-clementina-miglio-e-fonio


 Un dolce soffice e delicato, per un momento di genuina bontà.



Undolce soffice e delicato, per un momento di genuina bontà. 

INGREDIENTI: 
120 gr di farina di Fonio Fonio Obà 
120 gr di farina di miglio integrale 
mezza bustina di lievito a base di cremortartaro ebicarbonato 
5 clementine 
130 ml di acqua 
50 ml di olio di riso 
1 cucchiaio di sciroppo di riso o miele se non vegani (facoltativo) 

Sbucciate le clementine, tenetene due da parte e lealtre 3 frullatele insieme all’acqua.In una ciotola amalgamate le farine di fonio e dimiglio, il lievito naturale, l’olio e aggiungete il frullato di clementine. Segradite aumentare la dolcezza della torta aggiungete un cucchiaio di sciroppodi riso o miele, altrimenti è già molto gradevole così! Dovete ottenere uncomposto cremoso e se necessario aggiungete ancora un pochino di acqua. Versatenella tortiera e ricoprite con gli spicchi delle clementine tenute da parte. Cucinatein forno caldo a 180 gradi per circa 20-25 minuti fino a che la torta prendecolore. 

Morbida e profumata! 

La dolcezza delle clementine e le delicatissime farinedi miglio e di fonio, splendidamente unite tra loro. 

Due cereali della stessa famiglia, miglio e fonio,dalla storia antichissima. 
L’uno originario dell’Asia e l’altro dell’Africa.I
In comune hanno l’assenza di glutine e la ricchezza dinutrienti che li rende entrambi davvero molto interessanti. 

Il primo è famoso soprattutto per la ricchezza difosforo, di silicio benefico per la pelle e i capelli, e per l’effetto alcalinizzante,aiuto questo per contrastare i livelli di acidosi del corpo; l’altro percontenere tutti e 8 gli amminoacidi essenziali, oltre che per il basso indiceglicemico e la ricchezza di ferro, calcio e zinco.

Insieme sono un concentrato di fibre, di vitamine eminerali per un risultato davvero energizzante! 

Il sapore è delicato e neutro che permette divalorizzare la nota agrumata data dalle clementine, frullate per dareconsistenza e morbidezza all’impasto al posto delle uova e per dare dolcezzasenza rendere necessaria l’aggiunta di altre fonti di zucchero. 

Una torta ideale come dessert magari insieme a unaspolverata di cannella con proprietà ipoglicemizzanti, cioè in grado di ridurrela concentrazione di zuccheri nel sangue, ma soprattutto per una colazione chedia la carica con gusto e leggerezza, da provare insieme a una granella dinocciole o mandorle!
20/02/2019, 18:18

mele, frittelle, cannella, farina di riso



Frittelle-di-mele-al-forno
Frittelle-di-mele-al-forno
Frittelle-di-mele-al-forno
Frittelle-di-mele-al-forno


 Dolce tipico del carnevale altoatesino, in una delicata versione senza glutine e lattosio!



Dolce tipico del carnevale altoatesino, in unadelicata versione senza glutine e lattosio!  

INGREDIENTI(per circa 15 fette): 
2 mele golden grandi 
100 gr di farina di riso integrale bio Vialone Nano IlBontificio 
1 cucchiaino di lievito 
2 cucchiai di olio di riso 
100 ml di bevanda vegetale di riso bio 
 cannella q.b. 

Lavate le mele, togliete il torsolo con l’appositostrumento e sbucciatele. Tagliatele a fette delle spessore di circa 1 cm. Inuna ciotola preparate una pastella mescolando la farina di riso, il lievito, l’olioe la bevanda di riso, se gradito aggiungete mezzo cucchiaino di cannella.Passate le fette di mela nella pastella e disponetele sulla teglia del forno.Se necessario con un cucchiaino ricopritele con la pastella restante. Cucinatenel forno ventilato per circa 15 minuti a 180 gradi. Ricordate che le mele incottura rilasciano acqua quindi sfornate le fette, fate raffreddare e prima dimangiarle cuocetele nuovamente per altri 5 minuti in modo da renderle piùcroccanti. Servite spolverate di cannella! 

In Alto Adige, la terra delle mele, sono un must,soprattutto a Carnevale.

Immancabili, gradite a grandi e piccini, questefrittelle sono una ricetta di origine contadina e vanta una storia molto lungache affonda le sue radici in epoca medioevale, quando nei monasteri si coltivavanogià le prime mele. 

La tradizione le vuole realizzate con farina di grano,latte, zucchero e uova per poi friggerle in abbondante olio caldo. 

La mia versione è leggera e genuina, che rende questodolcetto ideale sempre, in ogni periodo dell’anno, per un piacevole dessert, maanche per una colazione nutriente con tutta la bontà e i benefici delle melecotte! 

Senza glutine, senza latte e derivati, senza uova,senza zuccheri aggiunti e... cotte al forno. 

Scegliete delle mele grosse e polpose, sceglietele bioe della farina di riso artigianale, integrale e macinata a pietra che darà unamaggiore consistenza alla "panatura". 

Le mele cotte rimangono da sempre alleate del nostrointestino poiché la cottura aumenta il contenuto delle fibre alimentari, inquesto caso pectina e cellulosa, nutrienti importanti per regolarizzare edepurare l’intestino.
20/02/2019, 17:29

gomma di guar, xantano, additivi, gomme vegetali, addensanti



Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?
Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?
Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?


 Due ingredienti spesso presenti nei prodotti in commercio, scopriamoli insieme.



Due ingredienti spessopresenti nei prodotti in commercio, scopriamoli insieme.

L’industria alimentareper aumentare la densità di una preparazione liquida o per dare consistenza estabilità nel tempo a un prodotto, usa degli addensanti. 

Questi sono per lo più diorigine naturale e possono essere degli amidi, come quello di mais, riso otapioca e la fecola di patate, ingredienti familiari e presenti in tutte lecase, oppure delle farine come quella di semi di lino o semi di psillio, oppureancora delle gomme
Proprio su quest’ultime vorrei focalizzare la vostraattenzione poiché sempre più diffuse tra gli ingredienti dei prodotti glutenfree, dalle merendine, al pane, ai preparati per realizzare in casa ricettedolci e salate. 

Scopriamole insieme. 

Gommadi Guar 
Guar è una pianta erbacea appartenente alla famigliadelle leguminose, coltivata in India e in Pakistan. 
La polvere, ricavata dallamacinazione dei suoi semi essiccati, viene usata come addensante e gelificanteper salse, condimenti e creme, ma anche per dare struttura e consistenza agliimpasti senza glutine.  Questo perché è in grado di assorbireacqua in quantità
Non solo, trova largo impiego anche per prodotti come carni in scatola,caramelle, bevande alla frutta e bibite, frullati, confettie confetture, gelati e gelatine,chewing-gum, salse e altro ancora. 
La gomma di guar viene utilizzata anche dall’industriacosmetica come ingrediente nelle creme per il viso e per il corpo, nellemaschere, nei gel, ma anche negli shampoo. Questo prodotto ha infatti proprietà idratanti, emollienti e rinfrescanti. 
Chimicamente la gomma di guar è unpolisaccaride idrocolloidale costituito essenzialmente da mannosio e galattosio.Sono presenti acqua, proteine, fibre grassi e tracce di ferro. 
Tornando all’ambito alimentare, quindi, essendo i semidi guar un legume e vista la presenza degli zuccheri galattosio e mannosio, prestateattenzione poiché possono provocare gonfiore e irritare stomaco ed intestino
Allostesso tempo, visto l’alto contenuto di fibre in essa contenute, diversi studidimostrano che può essere di aiuto in caso di stipsi poiché accellera ilmovimento attraverso il tratto intestinale e può essere efficace nellariduzione della glicemia e del colesterolo. 
Nell’industria alimentare il suoimpiego è segnalato dalla sigla E412 edè reperibile online o nei negozi di alimentazione naturale. 
Come si usa? E’ solubile in liquidi siacaldi che freddi: attenzione perché ha un elevato potere addensante. Scioglieteneun cucchiaino raso ogni 500 ml di liquido oppure, per gli impasti senzaglutine, miscelatene 2 cucchiaini ogni 250 g di farina. 

Gommadi Xantano 
La  gomma di xantano proviene dalla fermentazione dell’amido di mais, sitratta di un polisaccaride impiegato come additivo alimentare con la siglaE415
Viene utilizzata per addensare salse, dolci e dessert confezionati, nonsolo quindi nei prodotti gluten free, ma anche per aumentare il potere saziantee la consistenza di integratori alimentari e alimenti dietetici e nellepreparazioni cosmetiche come gel e creme per viso e corpo. 
Per quanto riguarda il senza glutine, èdiventato un ingrediente di vastissimo impiego per pane, pizza, merendine etutti i prodotti da forno, oltre che nei mix di farine poiché rende gli impastipiù stabili, compatti e meno sbiciolosi. 
La gomma di xantana presenta controindicazioni se viene consumatoad alte dosi, in quanto puo’ provocare flatulenza e gonfioreperché essendo un polisaccaride questo, non viene digerito. Per evitaredisturbi intestinali va usato quindi con parsimonia.  
Come si usa? Per rendere gli impasti più lavorabili e morbidi sicalcolano generalmente 6 grammi di xantano per 250 grammi di farinanaturale senza glutine. Si scioglie in acqua sia calda che fredda.

Vi invito sempre a leggere le etichette per essere consapevoli di quelloche mangiamo e per evitare il rischio di abusare di questi 2 ingredientiprobabilmente presenti in molti dei prodotti che acquistiamo e consumiamoabitualmente. 


12335

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

Torta clementina miglio e fonio

21/02/2019, 17:27

Torta-clementina-miglio-e-fonioTorta-clementina-miglio-e-fonioTorta-clementina-miglio-e-fonioTorta-clementina-miglio-e-fonioTorta-clementina-miglio-e-fonio

Un dolce soffice e delicato, per un momento di genuina bontà.

Frittelle di mele al forno

20/02/2019, 18:18

Frittelle-di-mele-al-fornoFrittelle-di-mele-al-fornoFrittelle-di-mele-al-fornoFrittelle-di-mele-al-forno

Dolce tipico del carnevale altoatesino, in una delicata versione senza glutine e lattosio!

Gomme di Guar e Xantano, cosa sono?

20/02/2019, 17:29

Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?Gomme-di-Guar-e-Xantano,-cosa-sono?

Due ingredienti spesso presenti nei prodotti in commercio, scopriamoli insieme.

Create a website