400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

frutta-e-verdura-1024x582

Articoli

 

Questo blog non costituisce una testata giornalistica.

Non ha carattere periodico ed è aggiornato senza alcuna periodicità in base alla mia disponibilità.

I contenuti nascono da anni di studio e lavoro, approfondimenti e ricerche, esperienza e sperimentazione.

Nascono da molta passione e desiderio di consapevolezza.

 

 

05/11/2018, 17:01

polenta, mais bianco, piselli, cavolo viola



Tortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-viola
Tortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-viola
Tortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-viola
Tortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-viola


 Polenta...non solo nella classica e tradizionale versione!



Polenta...non solo nella classica e tradizionale versione!

INGREDIENTI(per 6 tortini):
200 gr di farina di maisbianca (Azienda Agricola Andreazza Roberto)  
800 ml circa di acquasalata 
150 gr di pisellinisurgelati 
mezzo cavolo viola 

Portate ad ebollizione l’acqua con il sale.Versate a pioggia la polenta e con l’aiuto di una frusta o di un mestolo dilegno continuate a mescolare per evitare che si formino dei grumi. La polentasarà pronta dopo circa 30-40 minuti quando si stacca facilmente dalle pareti. Deverisultare liscia e abbastanza soda. Incorporate i pisellini precedentementecotti, lasciatene da parte alcuni, mescolate e versate il composto ottenuto in6 stampini da budino. Fate raffreddare per circa 2 ore in frigorifero. Unavolta induriti, togliete i tortini dagli stampini e scaldateli circa 15 minutiin forno a 180 gradi. Servite su un letto di cavolo viola tagliato sottile euna cucchiaiata di pisellini. 

La polenta è un alimento completo,naturalmente senza glutine e molto digeribile, scaldante e saziante. 

Un piatto antico, che ha radici lontane esaldamente ancorate nelle tradizioni contadine. Facile da preparare poiché servonosolo farina ed acqua, tradizionalemente veniva preparata in un paiolo di rame egirata con un bastone di nocciolo chiamato "tarello". Veniva consumata secondoun rigido cerimoniale e, una volta pronta, veniva messa su una spianatoia di legnodove veniva affetta con lo spago di solito dal capofamiglia. Prima la sitagliava in due, poi in 4 parti e successivamente in fette di uguali dimensioni dadistribuire a tutta la famiglia. 

Il mais bianco, meno conosciuto e diffuso, ètipico soprattutto del Veneto. Le pannocchie sono sottili ed affusolate, conchicchi piccoli di un colore bianco perla.E’ ricco di ferro, di fosforo e di vitamina B6,oltre che di fibre, in quantità maggiore rispetto al mais giallo. 

Ho scelto di presentarviun modo originale per mangiare la polenta, per evidenziare la versatilità diquesto alimento che, giallo, bianco o rosso che sia, si sposa facilmentecon molti ingredienti. 

Un piatto unico in cui ipiselli arricchiscono e completano il profilo proteico di questa ricetta poichéil mais è carente di alcuni aminoacidi come la lisina e il triptofano. 

In commercio è faciletrovare diversi tipi di farina da quella precotta a quella integrale, da quellaa grani più grossi a quelli più sottili. 

Io ho scelto la qualitàdi una farina artigianale, ottenuta con la macina di molitura a pietra, dell’AziendaAgricola Andreazza Roberto, di Budoia in provincia di Pordenone, azienda che hoavuto modo di scoprire al recente mercato di Campagna Amica di Roma. 


1

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

Tortini di mais bianco ai piselli e cavolo viola

05/11/2018, 17:01

Tortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-violaTortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-violaTortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-violaTortini-di-mais-bianco-ai-piselli-e-cavolo-viola

Polenta...non solo nella classica e tradizionale versione!

Create a website