400dpiLogo

facebook
instagram
SmallLogoBW

I contenuti presenti sul blog Naturalmente Free non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. 
Copyright © 2018 Naturalmente Free by Isabella Vendrame. All rights reserved.

 

frutta-e-verdura-1024x582

Articoli

 

Questo blog non costituisce una testata giornalistica.

Non ha carattere periodico ed è aggiornato senza alcuna periodicità in base alla mia disponibilità.

I contenuti nascono da anni di studio e lavoro, approfondimenti e ricerche, esperienza e sperimentazione.

Nascono da molta passione e desiderio di consapevolezza.

 

 

16/04/2019, 17:15

plumcake salato, biete, farina di ceci, picnic



Plumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasole
Plumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasole
Plumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasole
Plumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasole


 Un torta rustica ricca di nutrimento ideale per i picnic fuori porta.



Untorta rustica ricca di nutrimento ideale per i picnic fuori porta.

INGREDIENTI:
100gr farina di riso integrale vialone nano bio Il Bontificio 
100gr di farina di mais fioretto bio
50gr farina di ceci bio Il Bontificio
mezzabustina di lievito istantaneo naturale a base di cremortartaro e bicarbonato
salefino integrale q.b.
200ml circa di acqua
200gr circa di biete colorate fresche o surgelate
2cucchiai di semi di girasole

Comeprima cosa lavate e sminuzzate le biete e cucinatele brevemente al vapore, inalternativa scongelate e cucinate le verdure surgelate. In una ciotolamescolate le farine, il lievito naturale, aggiungete l’acqua, regolate di salee completate con le biete strizzate. Il composto deve risultare cremoso.Versatelo nello stampo da plumcake, ricoprite con i semi di girasole e cucinateper circa 20-25 minuti a 180 gradi. 

Ecco risolto in modosemplice, veloce e nutriente il nostro pic nic. 

Questa torta salata èbuona sia calda che fredda, si conserva perfettamente per 2 giorni rimanendomorbida grazie alla presenza nell’impasto delle biete e della farina di ceci. 

Potete gustarla cosìcom’è a fette. 
Potete realizzare dei panini spalmando della crema di olive edaggiungendo lattughino e zucchine grigliate oppure radicchio e champignon! 

Una ricetta questacompleta da un punto di vista nutrizionale. 
Ricca di fibre, di proteinevegetali e di minerali.

La farina di ceci, rigorosamente bio e macinata apietra è alleata del benessere intestinale, ricca di vitamine del gruppo B, A,E e K, di minerali quali calcio, ferro, fosforo, magnesio e zinco
E’energetica e rinvigorente, antianemica quindi non dimenticate di aggiungeredella verdura cruda ricca di vitamina C per migliorare l’assorbimento del ferroe pure un ottimo diuretico. 
E’ un modo diverso e molto facile per consumarequesti legumi che richiedono lunghi tempi di ammollo e di cottura.
15/04/2019, 17:45

chicchi, cottura cereali, graziella migot



Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?
Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?
Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?
Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?


 I consigli di due esperte, Graziella e Annachiara, insegnati di alimentazione naturale.



Iconsigli di due esperte, Graziella e Annachiara, insegnati di alimentazionenaturale. 

Per molti di noi sonoingredienti del tutto nuovi. 
Parlo di riso integrale,miglio, sorgo, amaranto, teff, grano saraceno e quinoa.Abbiamo iniziato adacquistarli, a scoprirli e magari a sperimentarli in cucina, ma, spesso, conrisultati non proprio soddisfacenti. 
I tempi di cottura sono più lunghirispetto alla pasta. 
Sulle etichette parlano di "ammollo" e spesso di"tostatura"... e non capendo bene come fare, li abbandoniamo lì in dispensa. 
Poi prendiamo coraggio,proviamo e... spesso vengono troppo cotti, appiccicosi, schiumosi, oppurerimangono duri. 

Ho chiesto per voi alcuniconsigli su come rendere la cottura dei nostri chicchi semplice, veloce edefficace! 
Sono andata da due vereesperte, Graziella Migot, insegnante di alimentazione naturale e yoga da oltre30 anni e da Annachiara Zottarel, che ha a cuore la missione di spiegare ai piùpiccini il mondo dei cereali e della natura. 

Cosasignifica ammollo?
E’ quando mettiamo icereali a bagno in acqua, è un passaggio molto importante, poiché permette dieliminare l’acido fitico, antinutriente che limita l’assorbimento dei mineralipresenti nel cibo, attivare la germinazione del seme e rendere i cereali piùmorbidi e veloci da cucinare. 
I chicchi senza glutineche necessitano di ammollo sono il riso, il sorgo e l’amaranto. 

Cosasignifica germinazione?
E’ un processo grazie alquale un seme viene rivitalizzato, ovvero diviene nuovamente in grado diprodurre una pianta capace, a sua volta, di produrre dei semi. Ovviamente icereali devono essere integrali, vivi e non raffinati!La germinazione comportaun aumento delle proteine, di amminoacidi essenziali, di vitamine. Icarboidrati complessi vengono trasformati in zuccheri semplici, proteine e grassiche si scindono nei loro componenti e si attivano gli enzimi.

Comesi fa?
1. Pesate i chicchi e metteteli in pentola
2. Aggiungete il volume doppio di acqua (adesempio per 150 gr di riso integrale aggiungete 300 ml circa di acqua) 
3. Aggiungete delle foglie di alloro, delrosmarino e un pezzetto di alga kombu
4. Lasciate in ammollo tutta la notte percirca 12 ore con il coperchio
5. Procedete poi alla cottura perassorbimento. Non serve cambiare l’acqua, basta solo accendere il fuoco. Ichicchi sono pronti quando avranno assorbito tutta l’acqua, non serve mescolaredurante la cottura
6. Ora potete completare la cotturaaggiungendo le verdure che gradite! 

Ela tostatura?
E’ necessaria per tuttiquei chicchi che tendono a spappolarsi dopo la cottura. 
In questo modo il chiccosi mantiene più integro e più facile da sgranare. 
Parliamo soprattutto dimiglio e di grano saraceno. 

Comesi fa?
1. Pesate i chicchi e metteteli in unapentola con un buon fondo alto
2. Accendete il gas a fiamma media fino a cheil chicco risulti ben caldo 
3. Versate il volume doppio di acqua 
4. Aggiungete alloro, alga kombu o altre erbearomatiche 
5. Coprite con il coperchio 
6. Fate assorbire a fiamma bassa 
7. Una volta assorbita l’acqua i chicchi sonopronti per essere conditi e usati per le vostre ricette. 

Sefate così, i chicchi si cucinano da soli! 
Lasciate in ammollo ivostro chicchi tutta la notte nel giusto quantitativo di acqua. Al mattino mentrevi preparate per uscire accendete il fuoco, coprite con i coperchio e prima diuscire spegnete il fuoco.I cereali termineranno dasoli di assorbire l’acqua e la cottura si completerà. Al vostro arrivo a pranzoo cena basterà solo spadellarli con il condimento gradito! 

SiringrazianoGraziellaMigot e Annachiara Zottarel di L’Officina del Cuore www.valore.bio 
La loro è una visione dell’alimentazione come stile di vita,per la salute, l’ambiente e per una crescita spirituale. Tutto ciò attraversoil piacere del cibo.
12/04/2019, 12:24

pasta mais e teff, rotelle, piselli, barbabietola



Rotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossa
Rotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossa
Rotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossa
Rotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossa


 Un condimento di stagione ricco di colore e nutrimento!



Uncondimento di stagione ricco di colore e nutrimento!

INGREDIENTI(per 4 persone)
350gr di pasta rotelle Mais e Teff LT Africa Teff®
150gr circa di piselli freschi o surgelati 
1barbabietola rossa
olioextravergine di oliva q.b.

Cucinateal vapore i piselli e la barbabietola per circa 10 minuti. Nel frattempo che lapasta cuoce secondo tempi e modalità indicate sulla confezione, tagliate atocchetti la barbabietola, versateli in una padella insieme ai piselli. Scolatela pasta ancora al dente e terminate la cottura in padella insieme alcondimento. Servite con olio extravergine di oliva aggiunto a crudo.

Piselli e barbabietolarossa sono senza dubbio due meravigliosi regali primaverili. 

Facilmente reperibilitutto l’anno, ma è in questa stagione che danno il meglio di loro stessi. 
Insieme portano colore alnostro piatto di pasta e una vitale carica di antiossidanti. Entrambi sono unafonte preziosa di ferro, potassio, rame e calcio. 

Una ricetta ricca difibre e di proteine vegetali non solo grazie all’aggiunta dei legumi, ma poichéil teff contiene una quota proteica considerevole costituita da amminoacididall’alto valore biologico. 

Un primo piattonutriente, completo, che ci darà sazietà ed energia al tempo stesso, facilmentedigeribile ed equilibrato. 

La scelta del formato dipasta e l’abbinamento contrastante dei due colori lo renderà curioso esicuramente gradito anche ai bambini!


12343

Leggi anche...

Sezioni...

Ultimi articoli

Plumcake alle biete colorate e semi di girasole

16/04/2019, 17:15

Plumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasolePlumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasolePlumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasolePlumcake-alle-biete-colorate-e-semi-di-girasole

Un torta rustica ricca di nutrimento ideale per i picnic fuori porta.

Chicchi senza glutine, come vi cucino?

15/04/2019, 17:45

Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?Chicchi-senza-glutine,-come-vi-cucino?

I consigli di due esperte, Graziella e Annachiara, insegnati di alimentazione naturale.

Rotelle di Mais e Teff ai piselli e barbabietola rossa

12/04/2019, 12:24

Rotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossaRotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossaRotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossaRotelle-di-Mais-e-Teff-ai-piselli-e-barbabietola-rossa

Un condimento di stagione ricco di colore e nutrimento!

Create a website